COVID 19


2020

La sezione di Conegliano dell'Associazione Nazionale Alpini ha raccolto, attraverso i trenta gruppi sparsi nei 17 comuni del territorio, 90 mila euro che verranno destinati all'acquisto di attrezzature medico ospedaliere da donare all’ospedale della città.

07/04/2020

Coronavirus: gli alpini fanno la loro parte, raccolti 90mila euro per l'ospedale di Conegliano

“Oggi la guerra in trincea la combattono medici, infermieri e tutto il personale ospedaliero e sanitario, ai quali va tutta la nostra gratitudine, il nostro rispetto, ma soprattutto il nostro sostegno, che deve essere tempestivo ed altruistico”, commenta il presidente della sezione Gino Dorigo.

Dove c'è bisogno gli alpini sono sempre pronti a intervenire.

In questo terribile momento storico, la nostra nazione è piegata dall’emergenza Coronavirus.

“Abbiamo fatto la nostra parte”, sottolineano gli alpini coneglianesi, ricordando come l'associazione già a livello nazionale abbia contribuito alla lotta contro l'epidemia spendendosi con grande generosità: in particolare mettendo a disposizione di una delle realtà più colpite, la città di Bergamo, un attrezzatissimo e moderno ospedale da campo e schierando la Protezione Civile Ana a fianco di comuni e regioni.

Come Sezione di Conegliano abbiamo ritenuto doveroso scendere in campo, per sostenere l’Ospedale Civile di Conegliano. Proprio per questo obbiettivo, il presidente sezionale Gino Dorigo ha invitato tutti i nostri 30 gruppi, sparsi nei 17 comuni del Coneglianese, ad attivarsi per una raccolta fondi. Grazie alla generosità dei nostri alpini, di aziende e privati, siamo riusciti a raccogliere un importante cifra pari a 90 mila euro, che destineremo all’acquisto di attrezzature medico ospedaliere da donare all’Ospedale di Conegliano". Menzione particolare quella di una signora, che ha voluto rimanere anonima, il cui contributo è stato particolarmente generoso.

Aiutare l'avamposto in cui si combatte in prima linea il subdolo nemico invisibile conosciuto come Covid-19 o più semplicemente Coronavirus, è un dovere imperativo ed assoluto.

Grazie per l’interessamento ed il sostegno al Sindaco di Conegliano Fabio Chies, al direttore dell’ULSS Francesco Benazzi e ai suoi collaboratori.

L'importante cifra raccolta si è concretizzata con l'acquisto di 2 ecografi per la sala rianimazione per l’Ospedale Civile.

Siamo fieri di poterci spendere per gli altri, con il cuore aperto e l’animo pulito, per essere sempre degli delle glorie dei nostri padri, andando orgogliosamente avanti, perché per gli alpini niente è impossibile" - spiega il presidente Gino Dorigo.