VAL D'AOSTA - ALPINIADI


Giugno 2020

LE NOSTRE OLIMPIADI INVERNALI

La IV^ edizione delle Alpiniadi Invernali, si è svolta dal 13 al 16 febbraio 2020 sulle piste di gara della Valle d’Aosta, tra le montagne più alte di tutto l’arco alpino e dell’Europa stessa. Scenari suggestivi e che da sempre hanno fatto da palcoscenico ad imprese sportive ed alpinistiche.
I tre giorni di competizione hanno visto il susseguirsi delle varie discipline ospitate venerdì nel comprensorio di La Thuile per lo sci alpinismo; sabato a Cogne per lo sci di fondo; domenica a Pila per lo slalom. Il sabato, nel tardo pomeriggio, nella splendida cornice della Piazza Chanoux, su di un anello artificiale (pista in plastica), si è svolta la prova di biathlon.
Proprio per lo spirito che contraddistingue gli Alpini, la sezione Valdostana, ha deciso di far partecipare alle Alpiniadi 2020 anche dei ragazzi diversamente abili, nelle specialità dello sci di fondo e del biathlon, con unica categoria a scopo dimostrativo.
Chi ha seguito le competizioni di questa tre giorni full immersion, nella neve delle Alpi Graie, non può che essere rimasto impressionato dallo spirito agonistico profuso da tutti gli atleti partecipanti e dal loro entusiasmo. Invidiabile, sicuramente, la tenacia e l’ardimento degli atleti più avanti con gli anni, ma, mai domi.
La nostra sezione si è presentata al via in tutte le discipline. Le forze schierate: 3 coppie in gara nello sci alpinismo; 7 atleti si sono cimentati nella prova dello sci di fondo; 8 sono stati i partecipanti alla competizione del biathlon; mentre nello sci alpino abbiamo iscritto ben 14 slalomisti alpini ed 1 socio aggregato.
Tutti si sono comportati molto bene ed hanno portato a termine la loro gara in modo egregio. Ci sono stati anche risultati di eccellenza, come nel caso di Giorgio Buttignol, nel fondo categoria B9, arrivato addirittura al 2° posto ed il nostro unico socio aggregato, Gaetano Cenedese che nella categoria B6 ha conquistato il bronzo nella gara dello slalom.
La marcia di avvicinamento alla Valle d’Aosta è iniziata già giovedì 13 febbraio, quando, Francesco Botteon e Mario Moro, assieme agli sportivi impegnati nello sci alpinismo, sono partiti di buon’ora ed hanno raggiunto Aosta per partecipare alla cerimonia di apertura delle Alpiniadi, presenziando con il Vessillo alla resa degli Onori al Monumento ai Caduti, alla successiva accensione del tripode ed alla lettura del giuramento dell’atleta nella piazza principale del capoluogo.
Il venerdì, dalla sede del gruppo Alpini di San Vendemiano, è poi partito il pullman con il grosso della truppa, alla quale si sono uniti alcuni partecipanti della sezione di Valdobbiadene Con loro abbiamo trascorso tre giornate all’insegna della collaborazione, condivisione ed aggregazione che ci aiutano a rinforzare quei vincoli di amicizia e solidarietà che contraddistinguono lo spirito Alpino. Ancora una volta lo sport, quello vero, quello che è palestra di vita, ci ha regalato emozioni e sensazioni uniche. Se poi, lo sport, lo pratichi da alpino, allora non puoi non essere d’accordo con De Coubertin, quando affermava che “lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla”.
Evviva lo sport
Evviva gli sportivi dell’Associazione Nazionale Alpini

Fabio Tesser