CAMPIONATO NAZIONALE MARCIA DI REGOLARITA'


Dicembre 2019

IN SICILIA PER IL CAMPIONATO ANA DI REGOLARITA’

Il 20/21 e 22 Settembre a Linguaglossa, piano provenzana Etna nord sezione di Sicilia, si è svolto il 47° campionato nazionale di marcia di regolarità in montagna a pattuglie.
La sezione affidandosi ad una agenzia è riuscita a raggruppare, insieme alla sezione di Valdobbiadene, alpini e amici per un numero totale di 47 persone; tra coloro c’era anche la nostra mascotte, la piccola Aurora di tre anni, figlia del nostro atleta Emanuel Fregolent.
Il 20 di buon’ora tutto il gruppo si è ritrovato presso la sede alpini di San Vendemmiano dove ci aspettava il pullman che ci avrebbe portato all’aeroporto di Venezia, destinazione Catania; una volta atterrati è iniziata la nostra avventura in terra siciliana.
Come programmato con ‘agenzia, c’erano una guida e un pullman ad aspettarci, fatte le presentazioni via verso la città di Catania per una visita; nel pomeriggio abbiamo intrapreso la strada verso Linguaglossa percorrendo la costa, arrivati a destinazione ci siamo rilassati un paio d’ore in hotel fino alle 20:00, ora di cena.
Durante quest’ultima ci siamo accordati sul da farsi per il giorno dopo, perché la mattinata era a nostro piacimento, con l’autista si è deciso di visitare Randazzo, cittadina tipica siciliana alle pendici dell’Etna; affascinante dal punto di vista paesaggistico e culturale.
Alle 16:30 tutti presenti in “piazza dei vespri siciliani” per l’inizio della cerimonia che ufficializzava l’apertura del campionato con alza bandiera, onori ai caduti, interventi delle autorità, accensione del tripode, lettura della formula di apertura del campionato e S. Messa; al termine c’è stato un concerto della fanfara alpina.
Alle 20:30 ci siamo ritrovati presso la sala ristorante dell’hotel per la cena, nel mentre abbiamo definito gli ultimi dettagli e accorgimenti riguardanti la giornata di domenica nella quale si sarebbe svolta la gara presso il vulcano Etna.
Alla partenza gli atleti erano concentrati e l’adrenalina era al punto giusto anche per i supporter, dunque pronti, partenza, via alla gara.
La nostra sezione era presente con 7 pattuglie di cui 6 alpini e 1 aggregato femminile. La gara ha avuto il suo svolgimento in perfetto ordine tutto illuminato dal sole e circondato dalle bellezze paesaggistiche del vulcano. Al termine siamo andati tutti presso il rifugio alpino “Ragabo”, stanchi ma quasi tutti soddisfatti della propria prova, felici specialmente dopo aver visto nelle classifiche di aver superato i nostri amici di Valdobbiadene.
Conegliano si è piazzata al 5° posto su 30 sezioni partecipati, brave anche le nostre donne aggregati, arrivate 12° su 13 sezioni, per la tenacia e per aver tenuto alta la sezione.
Effettuate le premiazioni tutti in hotel per un po’ di relax e poi appuntamento per le 18:30, la serata prevedeva una visita ad una cantina della zona, “cantina Gambino”, esperienza divertente nella quale abbiamo mangiato, ma soprattutto bevuto, prodotti tipici siciliani e da bravi alpini intonato un po’ di cante, per la felicità dei proprietari.
Il lunedì, dopo aver smaltito il tutto, alle 9:00 eravamo pronti per l’ultima tappa siciliana Taormina, bellissima giornata baciata da un sole magnifico, abbiamo visitato, accompagnati da una guida, tutti i pezzi forte della cittadina, alle 13:00 pranzo e poi un paio d’ore libere prima di intraprendere la via verso Catania, da dove ci saremmo imbarcati per fare ritorno a casa.
Per quanto mi riguarda quattro giornate magnifiche, spero lo siano state anche per il resto del gruppo, a caldo tutti soddisfatti. Quello che ho notato ancora una volta e come dice la brochure del campionato: “La guerra divide i popoli, lo sport li unisce”. Un sentito grazie da parte di noi organizzatori sezionali a tutto il gruppo, ma un grazie più grande va ai nostri amici atleti, compresi quelli della sezione di Valdobbiadene, per la voglia e l’impegno a rispondere sempre PRESENTE; aggiungo: “lo sport ha colpito nel modo giusto ancora una volta”.

Francesco Botteon