DAL BOSCO DELLE PENNE MOZZE


Dicembre 2019

Come consuetudine, in maggio di ogni anno, si tiene l’assemblea dell’As.Pe.M (Associazione delle Penne Mozze), Associazione formata non solo da soci/famigliari degli alpini ricordati con le 2405 stele al Bosco, ma anche molti soci a titolo personale, e vale la pena ricordare che anche la sezione di Conegliano versa la quota di socio per i propri 30 Gruppi.

L’Assemblea di quest’anno però aveva un ordine del giorno particolarmente importante e impegnativo in quanto c’era da modificare lo Statuto e poi c’era da rinnovare il Consiglio Direttivo e i Revisori dei Conti per il prossimo triennio.

Il Presidente dell’As.Pe.M Claudio Trampetti nella sua iniziale relazione comunicava che non era più disponibile a proseguire nel suo incarico tenuto per 24 anni, e quindi esortava l’Assemblea a ricercare nuove disponibilità.

Si è dato quindi seguito alle votazioni e gli eletti sono stati 5 della sez. di Treviso, 3 della sez. di Vittorio V., 1 della sez. di Valdobbiadene e 1 della sez. di Conegliano (Tomasella Mariano del Gruppo di San Fior).

Nella riunione del nuovo Consiglio, in data 6 luglio, è stato scelto come Presidente Varinnio Milan di Treviso mentre Claudio Trampetti è rimasto all’interno in qualità di consigliere.

Invece nei nuovi componenti dei Revisori dei Conti è stato scelto anche il nostro segretario/tesoriere Claudio Lorenzet, al quale formulo un vivo ringraziamento per la disponibilità e un augurio di buon lavoro così come al neoconsigliere Mariano Tomasella.
Questo per quel che riguarda l’As.Pe.M ma, diversamente, nel Comitato del Bosco, Comitato che ha la funzione di conservare e curare la manutenzione, accogliere i visitatori ecc. (composto da 5 delegati del Gruppo di Cison, più un delegato per ogni Sezione: Treviso, Conegliano Vittorio V. e Valdobbiadene, Claudio Trampetti continua a essere Presidente e preziosissima guida.

Quindi per chi desidera organizzare viste al Bosco, ovviamente sempre auspicabili, il riferimento rimane invariato.

E se parliamo di manutenzione anche quest’anno la nostra sezione ha dato il proprio importante contributo operativo che consiste nello sfalcio e pulizia dei sentieri.

Era il 14 luglio e come consuetudine di buon’ora, per non subire poi la calura che sale dalla valle e zigzagando tra i pini arriva puntuale anche lassù, una nutrita squadra di volonterosi armati di tutto punto hanno messo in atto il compito loro affidato dividendosi a destra e a manca come a macchia d’olio, e il risultato finale compensava ampiamente la fatica e il sudore che inevitabilmente rigava la fronte.

Bastava volgere lo sguardo tra quelle stele e la soddisfazione cancellava ogni fatica.

E… non mi resta che dire bravi ai Gruppi e ai singoli che anche quest’anno hanno detto “presente!”.

Lorenzo