GRUPPO CONEGLIANO


Dicembre 2012

La Campagna di Russia, il diario di Rossotto
e la M.O.V.M. Giovanni Bortolotto, in un libro

Due giornate di commemorazione della Medaglia d'Oro al valor Militare Giovanni Bortolotto sono una iniziativa esemplare della Sezione di Conegliano per ottemperare ai dettami dello Statuto dell'ANA.
In particolare il libro "Giovanni Bortolotto, eroe mai dimenticato" che raccoglie anche le vicende del Gruppo Artiglieria Alpina "Conegliano" sul fronte russo, permette di conservare e tramandare traccia di quelli che sono senso del dovere, sacrificio, eroismo alpino.
La risposta degli alpini della Sezione stata ammirevole, nonostante il maltempo e i tanti appuntamenti in programma nella due giorni dedicata a Bortolotto, tra Conegliano e Orsago.
La presentazione del libro sull'eroe mai dimenticato, ha catalizzato l'attenzione dei tanti alpini riparati sotto il tendone allestito di fronte al Museo degli Alpini. Del resto la passione del Direttore del Museo Luciano Barzotto e la foga oratoria, coinvolgente e sincera, di Guido Aviani, che insieme hanno curato la pubblicazione, sono state tali da non lasciare alcuno indifferente.
Il libro, poco pi di 100 pagine, contiene uno scritto del Tenente Colonnello Domenico Rossotto, storico comandante del 3 Reggimento Artiglieria Alpina della Julia. sulle vicende occorse al Gruppo "Conegliano" in Grecia e in Russia. Una testimonianza viva e diretta, fatta non solo di vicende belliche, ma soprattutto di umori, sensazioni, pulsioni ideali del Comandante Rossotto.
Un diario umano che scandaglia le vicende degli uomini che combatterono dal Peloponneso alla Russia e che, in pochi, tornarono sul suolo patrio. La prefazione storica che inquadra la partecipazione di C.S.I.R. e A.R.M.I.R. alla campagna di Russi (Luglio 1941- Marzo 1943) a cura del Maggiore Andrea Barzotto del Comando Brigata Alpina Julia.
Un capitolo del libro dedicato alla figura del sergente Giovanni Bortolotto, Medaglia d'Oro al Valor Militare. Il Direttore del Museo degli Alpini Luciano Barzotto ha trovato proprio nel diario del Ten. Col. Rossotto notizie sul sergente degli alpini originario di Orsago e da quegli indizi partita la ricerca che lo ha portato a incontrare i parenti di Bortolotto e ad avere i fonogrammi, trovati addirittura in Argentina, della morte avvenuta in terra russa il 30 dicembre del 1942.
Il libro, 10 Euro, disponibile presso la sede sezionale, contiene, oltre al diario del comandante Rossotto, numerosi documenti inediti sul sergente Bortolotto e sintetizza in poche pagine l'amara esperienza dei soldati italiani nella Campagna di Russia. Una bella iniziativa editoriale.

Antonio Menegon