Battaglione Alpini TOLMEZZO
"Sic nos non nobis"

Costituito a Tolmezzo il 9 maggio 1908, un anno dopo entra a far parte dell'8 Rgt. Alpini.
Agli ordini del Col. Cantore, partecipa alla campagna di Libia del 1912-1913: 2500 vittime italiane e 1500 prigionieri.
Dal 1915 al 1918 combatte in Carnia (Pal Piccolo e Pal Grande) ed in Trentino (Busa Alta).
Con gli altri btg. dell'8 Rgt. Alpini partecipa al secondo conflitto mondiale, dapprima sul fronte greco nella zona del Pindo e successivamente alla campagna di Russia.

Ricostituito a Padova il 1 maggio 1946.

E' decorato di:
-Ordine Militare d'Italia, guerra 1915-1918
-Med.Oro al V.M., fronte greco 28/10/1940 - 23/4/1941
-Med.Oro al V.M., fronte russo 15/9/1942 - 1/2/1943
-Med.Argento al V.M., Assaba 23/3/1913
-Med.Argento al V.M., Ettangi 18/6/1913
-Med.Argento al V.M., Pal Piccolo, Pal Grande, Freikofel, Busa Alta - 24/5/1915 - 10/10/1916
-Med.Argento al V.E., terremoto del Friuli 1976.
-Med.Argento al V.E., per la 12a Cp., terremoto del Friuli -1976


Della 12a Compagnia, i pochi rimasti vivi furono quasi tutti catturati dai russi, e in seguito alla prigionia ritornarono in patria solo il tenente Ebene (comandante della compagnia) e un caporal maggiore. Pochissimi altri, scampati alla cattura, arrivarono a fianco della Divisione Tridentina fino alla fatidica battaglia di Nikolajewka del 26 gennaio.
Il capitano Franco Magnani, comandante della 12a Compagnia fu catturato all'inizio della campagna sul fronte russo. Fu premiato con la medaglia d'oro al V.M. per i meriti acquisiti durante delicate operazioni militari e  per il coraggio e il comportamento dimostrato nel periodo di prigionia, rifiutando di abbracciare la fede politica comunista come gli veniva chiesto.