GRUPPO FONTIGO


Maggio 2004

ERMENEGILDO MARIOTTO
il reduce

Ermenegildo Mariotto con la moglie Angela Fregolent (coetanea).
Alle loro spalle l’ovale con la foto matrimoniale del 1940, e il quadro
(Cuore Alpino) del pittore E. Tonello,
che ritrae i vari componenti della famiglia Mariotto:;
Giuseppe
classe 1881 partecipò in Francia a Verdum
alla I Guerra Mondiale,
Natale
classe 1908, 3° Art. da montagna Gruppo Conegliano,
Vincenzo classe 1910;
sotto,
Ermenegildo
Gilmo
classe 1944, 3°Art. da montagna Gruppo Osoppo,
Eligio

Ermenegildo Mariotto, classe 1913, artigliere alpino, combattente, del 3° Artiglieria Alpina JULIA Gruppo Belluno, 23a batteria. Arruolato nel 1934, dopo il primo addestramento presta servizio al Circolo Ufficiali nella caserma di Belluno fino al 1935, viene quindi congedato.
Con l’inizio della 2a Guerra Mondiale, è richiamato, e con la 18a Batteria del Gruppo Udine dall’8-9 agosto al 10 dicembre del 1939 è presente nel fangoso fronte Albanese, dopo un breve ritorno in famiglia è richiamato alla Batteria Deposito a Gorizia, poi sarà ancora richiamato alla Batteria Deposito a Belluno nel 1941, da dove il 20 Agosto del 1942 con la 35a Batteria del Gruppo Val Piave, inizierà la tragica quanto gloriosa odissea sul fronte Russo; pur ferito all’avambraccio partecipava il 26 gennaio 1943 alla battaglia di Nikolajewka..
L’inferno russo terminerà il 14 febbraio 1943 con il rientro in Italia ed il ricovero il 7 marzo all’ospedale di Pisa per la cura delle ferite e del congelamento; sarà ancora in servizio alla Batteria Deposito a Belluno fino al 6 settembre 1943, quando elusa la sorveglianza nemica alla caserma riuscirà assieme ad alcuni commilitoni a riunirsi alla famiglia dopo aver trascorso 98 mesi in grigioverde.
Ermenegildo per il suo contributo alla decisiva battaglia di Nikolajewka è decorato con la Croce al Valor Militare dal 17 dicembre 1954.

Socio fondatore del Gruppo Alpini di Fontigo, sicuro esempio e bandiera partecipa alle attività e manifestazioni con prontezza ed entusiasmo.